| Home | Mappa |
 
 
L'ISTITUTO ALIMENTARE
L'Istituto Alimentare fu creato nel 1864 per combattere l'aumento costante dei prezzi dei beni di primo consumo (come pane e farina) verificatosi all'indomani dell'Unità d'Italia. Esso acquistava questi generi alimentari all'ingrosso e li rivendeva al dettaglio ai soci a prezzo contenuto. Aperto in un primo tempo solamente ai soci, in seguito tutta la cittadinanza poté accedervi ed esso divenne gradualmente un'istituzione benefica per tutta la città.

Nello stesso ambito dell'Istituto Alimentare, la Società Operaia sperimentò l'emissione di alcune serie di biglietti con valore di denaro di piccolo taglio utilizzabili dai soci nello spaccio dell'Istituto alimentare. L'emissione di questi buoni cartacei ebbe presto molto successo: il loro utilizzo fu esteso ad altri negozi cittadini e in breve anche le banche locali iniziarono ad emetterne di simili.

Nel 1918 la Società Operaia cedette la gestione dell'Istituto Alimentare all'Ente Autonomo dei Consumi per concentrarsi sulla conduzione dell'attività assistenziale della Cassa Nazionale per le Assicurazioni Sociali, della quale era divenuta sede secondaria alcuni anni prima.
Provincia di Modena  Comune di Modena