| Home | Mappa |
 
 
LE TRE CAPITALI
Negli ultimi anni, ho avuto l’opportunità di visitare alcune tra le più importanti capitali d’Europa: Londra, Parigi e Roma.
Tutte queste città offrono ai turisti tanti luoghi interessanti da visitare, ognuna però ha le sue caratteristiche particolari che la differenziano dalle altre.
Londra, ad esempio, è molto legata alle tradizioni: in ogni angolo si percepisce l’attaccamento dei londinesi verso la famiglia reale.
A tal proposito ho avuto la fortuna di visitare alcune stanze di Buckingham Palace, aperte al pubblico solo in certi periodi dell’anno: è inutile dire che ogni ambiente è più ricco e lussuoso di quello precedente.
La cosa che più mi ha colpito è pensare che quelle stanze che ho attraversato sono le stesse in cui vivono i reali inglesi.
Buckingham Palace, a differenza di Versailles, non può essere considerato come un museo, a tutti gli effetti è una dimora frequentata, ricca di vita e teatro di avvenimenti mondani. Delle 3 capitali, Parigi è sicuramente quella più elegante e raffinata sotto ogni punto di vista.
La Tour Eiffel ne è il simbolo per eccellenza ed è un’attrazione imperdibile per ogni turista; la cosa che mi è piaciuta di più è stata il quartiere della Defense. Non avevo mai visto niente di simile, sembra di ritrovarsi proiettati nel futuro: enormi grattacieli scintillanti fatti di vetro e acciaio si stagliano da una parte all’altra della via principale che attraversa il quartiere.
In fondo alla via si erge maestoso il Grande Arche, un’imponente costruzione tutta bianca che si può considerare la versione più moderna dell’Arco di Trionfo. L’intera zona è pedonale e si può raggiungere solo con i mezzi pubblici. Infine Roma, per me la più bella, forse per orgoglio nazionale. In questa città, si può toccare con mano il segno lasciato da oltre 20 secoli di storia.
Infatti si possono ammirare, tra le sue bellezze, i resti del glorioso impero romano, i monumenti ricchi e sfarzosi del periodo Barocco e la maestosità delle innumerevoli chiese, appartenute allo Stato Pontificio.
Una meta imperdibile, anche per coloro che non sono credenti, è la Basilica di San Pietro. L’imponenza e l’eleganza dell’edificio, insieme alla grandiosità del piazzale su cui si affaccia, creano un insieme talmente suggestivo da lasciare senza fiato.
Se poi si ha la fortuna, come me, di raggiungere a piedi (322 scalini) la sommità “del cupolone” alle 2 del pomeriggio con 40 gradi all’ombra, non solo si rimane senza fiato per la bellezza del panorama, ma si rischia direttamente il collasso.


Valeria Pellacani


Torna allo spazio giovani

Provincia di Modena  Comune di Modena